Nuovi Record Italiani

1 Nov

 

Roma

Guardo la vignetta del New Yorker e penso alla statistica dell’Aire – Anagrafe degli italiani residenti all’Estero del Dipartimento per gli Affari Interni e Territoriali.

A differenza dei due poveretti ritratti, 64.420 italiani “hanno accettato quel lavoro a NY” e risiedono nella grande mela per un totale di famiglie pari a 42.651.

Da una attenta analisi dei dati statistici Aire si evince che gli italiani residenti all’estero al 20 maggio 2009 risultavano 3.931.881, mentre al 5 marzo 2010 sono presenti 4.024.478, con un incremento di 92.597 unità (+ 2,4%).

L’emigrazione italiana si concentra in prevalenza tra l’Europa (2.224.383) e l’America (1.579.391), seguono l’Australia e l ‘Oceania (128.624), l’Africa (52.562) e l’Asia (39.505). Il Paese che registra la più alta presenza di italiani è l’Argentina (625.947) seguito da Germania (625.637) e Svizzera (530.721).

La regione che registra la percentuale più elevata di emigrati è la Sicilia (659.583), seguita da Campania (420.724), Lazio (357.794), Calabria (350.677), Puglia (313.343) e Lombardia (303.500).

Vedi studio completo: http://ssai.interno.it/download/allegati1/int_41_2009.pdf

Questi dati si legano a pennello all’ultimo studio dell’Istat, pubblicato fresco fresco dal Corriere della Sera di oggi. Si tratta, come di consueto in questo periodo, del numero dei disoccupati. Si documenta che a settembre il nostro tasso di disoccupazione è salito a quasi 2,8 milioni: si tratta del livello più alto dall’inizio delle serie storiche mensili (gennaio 2004) e dall’avvio di quelle trimestrali.

“La cifra di 2 milioni e 774 mila registrata dall’Istat sulla base di dati provvisorie e destagionalizzati è quindi un record assoluto” conferma il Corriere della Sera. In un mese sono andati persi 62 mila posti di lavoro (e secondo l’Istituto di statistica, il calo riguarda quasi esclusivamente la componente maschile – e lascio a voi le dovute considerazioni), su base annua si arriva a 554 mila unità.

Il 10% degli under 25 cerca impiego facendo impennare il tasso di disoccupazione che nel mese di settembre è pari al 10,8%, con una variazione di 0,2 punti percentuali su base mensile e del 2% su base annua, un altro record (Olè!). Per quanto riguarda il lavoro giovanile, settembre porta il tasso a quota 35,1%, in aumento di 1,3 punti percentuali su agosto e di 4,7 punti su base annua. Nella fascia di età tra i 15 e i 24 anni le persone in cerca di lavoro sono 608 mila, cioè il 10,1% della popolazione in questa fascia d’età.

Cosa succederà poi io non lo so, ma magari accetterò quel lavoro a New York…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Giovani Italiani Bruxelles

Iniziativa indipendente volta a chiedere politiche concrete per i giovani italiani.

Keynes blog

Rassegna di idee per capire la crisi

amo il web, non ricambiato

Aneddoti e piccoli incidenti del mondo digitale italiano.

Pinterestitaly

Il blog italiano (non ufficiale) su Pinterest

Briciole in cucina

Storie da infornare

Far di Conto

Piccoli numeri e liberi pensieri

PERCENTUALE

DENTRO o FUORI?

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: